RSS

I post taggati con "ristoranti"

La qualità dei piatti in porcellana Seltmann Weiden
La scelta del servizio piatti del proprio ristorante e la qualità dei piatti in porcellana Seltmann Weiden.
Mise en place natalizie: come allestire la tavola di ristoranti e alberghi

Le abitudini delle famiglie, ormai, sono cambiate e molte di esse scelgono di trascorrere il giorno di Natale fuori casa, in compagnia di parenti e amici.

Le statistiche parlano chiaro: è boom di prenotazioni per il pranzo di Natale (e non dimentichiamoci, poi, del cenone di Capodanno!)

Per rendere speciale questo giorno, gli albergatori e i ristoratori si impegnano per rendere indimenticabile il momento di festa ai propri ospiti: ma da dove partire per far felici i clienti? Ovviamente dalla mise en place che dovrà essere impeccabile!

Il menù, infatti, di certo ha la sua importanza ma negli ultimi anni l’aspetto estetico gioca un ruolo fondamentale per la soddisfazione del cliente. La parola d’ordine è, quindi, stupire: magari, con decorazioni natalizie originali o, comunque, con la cura dei dettagli che sicuramente verrà notata.

Ma per realizzare allestimenti natalizi azzeccati, è necessario riuscire a ricreare quell’atmosfera magica e calda che caratterizza le festività: partire dalla tavola e da una mise en place curata è sicuramente importante.

 

tavola di natale

 

Ma quali sono le regole del table setting perfetto? Si parte sicuramente dalla scelta della tovaglia. Ovviamente le opzioni sono tante e la scelta finale deve essere adeguata allo stile e alla tipologia di clienti del ristorante. Sicuramente una tovaglia rossa con particolari in oro o bianchi sarà perfetta ma non bisogna sottovalutare l’effetto unico di una tovaglia candida con il sottopiatto rosso oppure ancora il verde dell’abete decorato con i colori prettamente natalizi.

La scelta dei piatti, poi, gioca un ruolo fondamentale per una mise en place natalizia: utilizzare un servizio diverso rispetto a quello a cui abbiamo abituato i nostri clienti in occasione del Natale è una mossa molto apprezzata. A seconda del tipo di tovaglia, di tavolo e di ristorante, i piatti possono avere forme diverse e colori variabili. Il bianco, certo, è la scelta più semplice ma non dimenticate, magari, degli elementi decorativi dorati, soprattutto, se la tovaglia è di colore scuro, se, invece, è la tovaglia ad essere molto chiara optate per piatti colorati, il rosso tipico acceso, il verde degli abeti, l’oro prezioso oppure l’argento.

Il medesimo discorso vale anche per i bicchieri: la scelta, però, di bicchieri colorati deve mantenere la trasparenza, soprattutto, per i calici di vino per permettere ai commensali di apprezzare in toto la bevanda.

 

tavola imbandita a natale

 

Un elemento indispensabile per una tavola perfettamente allestita è il tovagliolo: piegarlo diversamente, decorarlo grazie all’utilizzo di semplici oggetti come un nastro, una pigna o un piccolo rametto di pungitopo potrebbe essere il tocco finale per una mise en place natalizia. I colori possono essere vari come anche i tessuti ma non devono mancare le decorazioni, la cura e l’originalità.

Tanto impegno e tanta cura servono ad offrire un’immagine armoniosa del locale e a rendere più felici i clienti che notano tutto e, a loro volta, apprezzeranno moltissimo un centro tavola particolare che non deve mai mancare. L’aspetto funzionale, in questo caso, è assente ma la parte estetica non è mai da tralasciare in occasioni come queste: elementi puramente decorativi come le candele, i candelabri, piccoli alberelli contribuiscono ad aumentare la soddisfazione degli ospiti in ristoranti e alberghi.

L’atmosfera natalizia è qualcosa di allo stesso tempo semplice e difficile da creare: anche una piccola svista può rovinare lo spirito del Natale, per cui attenti ai dettagli e agli errori più comuni (a proposito, non dimenticatevi di decorare tutta la vostra struttura, non solo le tavole imbandite!)

Con questi piccoli accorgimenti, però, offrirete un pranzo di Natale indimenticabile ai vostri clienti!

Il vostro ristorante è eco-friendly?

Come tutti ormai ben sappiamo, la nostra salute passa anche attraverso la tavola, e questo spiega come mai, al giorno d’oggi, le persone abbiano una costante attenzione verso ciò che mangiano e bevono. Non tutti sono consci, però, del fatto che c’è un altro genere di salute di cui dovrebbe importarci e anche questo ha a che fare con ciò che cuciniamo, ossia la salute del nostro pianeta.

Vi siete mai chiesti, perciò, se il vostro ristorante sia eco-friendly? La sensibilità ecologica è sempre più sentita, infatti, e molti consumatori affermano, attualmente, di preferire ristoranti e strutture in cui ci sia attenzione verso il rispetto dell’ambiente e una drastica diminuzione degli sprechi.

Perciò, se anche voi vorreste che il vostro ristorante fosse amico della natura ma non sapete ancora quali accorgimenti intraprendere, sappiate che le azioni eco-friendly sono molto semplici: con pochi gesti attenti si può fare molto, infatti, per evitare di inquinare o sprecare le risorse.

Innanzitutto, sarà bene partire dalla drastica riduzione dei consumi energetici: un ristoratore attento all’ambiente, sicuramente dovrebbe montare dei riduttori di getto sui lavabi, fotocellule o pedali per i lavandini dei servizi e dovrebbe cominciare a prediligere le cassette dei wc a doppio bottone di scarico (di modo che l’utente possa scegliere la quantità d’acqua che vuole consumare). Inoltre, comportano un notevole risparmio gli asciugamani ad aria rispetto ai rotoli di carta. Per quanto riguarda l’illuminazione del locale, importantissima per determinare l’accoglienza e l’atmosfera, sarebbe bene preferire i sistemi a basso consumo energetico come, ad esempio, l’illuminazione LED alimentata a pannelli solari.

 

pianta eco-friendly

 

Parlando di cibo, invece, un ristoratore eco-attento dovrebbe preferire cibo biologico a chilometro zero. In questo caso, non parliamo solo di evitare sprechi e inquinamenti ma soprattutto di scegliere un cibo più salubre ma anche molto più genuino e saporito.

Evitare gli sprechi significa anche stare attenti a ciò che si butta: perché non offrire come regola la possibilità di portare a casa in un bel contenitore invitante e sigillato gli avanzi ai clienti? È quasi certo che molto spesso gli ospiti non chiedono di poterlo fare per timore che non sia contemplato o anche per disagio, soprattutto se entrano in una ristorante molto “in”. Farlo diventare un rito potrebbe essere anche un occasione per fidelizzare i nuovi clienti attenti all’ambiente.

I rifiuti costituiscono un fondamentale fattore per determinare l’eco-compatibilità di un ristorante. Un’attenta raccolta differenziata certo è una buona mossa ma è solo l’inizio: anche l’uso di detersivi “green” nella giusta misura può essere d’aiuto per evitare l’inquinamento. Ecco perché un vero eco-ristoratore deve insegnare anche al personale (camerieri, lavapiatti, cuochi, etc) come ci si debba comportare in certe situazioni e come sia importante evitare atteggiamenti eccessivi anche nella pulizia e nell’igiene dei locali.

Bastano poche accortezze, vedete, per diventare dei veri eco-ristoratori e i vantaggi sono molti: non solo il vostro nuovo modus operandi piacerà alla gente che verrà nel vostro locale più volentieri ma farete del bene al pianeta che è, sicuramente, la cosa più preziosa che possediamo.

Trend gastronomici 2017: uno sguardo sui gusti degli italiani

 

Quali sono stati i trend gastronomici che hanno caratterizzato le scelte degli italiani quest'anno? Sì, il 2017 non è ancora finito eppure le tendenze di gusto sono ben delineate e scoprirle insieme ci aiuterà a capire che cosa cerchino le persone quando entrano in un ristorante.

 

PIATTI VEGETARIANI

È innegabile che la prima tendenza dell’anno sia proprio la ricerca di piatti vegani e vegetariani sempre più richiesti. Gli italiani stanno lentamente abbandonando fast food e cibo spazzatura per orientarsi verso scelte più salutari che li portino a mangiare tanta  verdura. Molti scelgono il vegetariano anche per una determinata contrarietà alla alimentazione carnivora, nel rispetto della vita animale. I piatti vegani e vegetariani stanno diventando perciò sempre più raffinati e, soprattutto, buoni!

 piatto di insalata mista

CUCINA BIO

La scelta di una cucina etica non riguarda solo la contrarietà al cibarsi di animali ma anche la ricerca di alimenti sani, coltivati nel rispetto della natura. Un’alimentazione che potremmo definire green è oltremodo ricercata non solo perché fa bene alla salute ma anche perché è una scelta morale importante. Sono ben accolti, quindi, gli ingredienti naturali, senza additivi, i prodotti chilometro zero e quelli fatti in casa, totalmente home-made e artigianali.

 

TRASH COOKING

Una tendenza quanto mai bizzarra, però, molto diffusa ultimamente nei ristoranti è la trash cooking, ossia l’arte di riprendere gli scarti e gli avanzi di cibo e trasformarli in piatti nuovi e molto buoni. Questa tendenza può essere vista come un ritorno alla tradizione e anche come una specifica volontà di proporre una cucina a basso costo.

 

MOCKTAILS

I cocktail e drink analcolici stanno avendo un enorme successo sui menù dei ristoranti. Le persone li richiedono molto spesso e si aspettano bevande all’altezza dei cocktail veri e propri, curati nei dettagli e ottime nel sapore.

 

CUCINA FUSION

Il termine fusion, in Italia, va a definire l’insieme delle cucine etniche. Ristoranti cinesi, giapponesi e tex mex sono una scelta diffusa tra gli italiani che amano sperimentare nuovi gusti, nuovi sapori e nuove atmosfere, immergendosi in mondi esotici o, comunque, lontani che non solo offrono esperienze innovative al palato ma anche la possibilità di mangiare bene e a poco prezzo.

 cibo giapponese - sushi

PIZZA GOURMET

Pizze sempre più ricercate, dette anche pizze d’autore. Non bastano, quindi, un buon impasto e un buon pomodoro ma servono creatività, ingredienti scelti, accostamenti particolari e tanta, tanta bravura. La pizza gourmet, sebbene occupi l’ultimo posto della nostra lista, è, però, la scelta numero uno degli italiani per una cena fuori.

 

Questa piccola lista di trend ci fa capire come i gusti degli italiani siano cambiati negli anni e quali siano le scelte migliori per attirarli nei vostri ristoranti.

Non dimenticate, però, che recenti studi hanno spiegato quali motivi spingano gli italiani ad entrare in un ristorante piuttosto che in un altro: la presenza di promozioni, la positività delle recensioni on line, la possibilità di visionare il menù nel sito web del ristorante e l’opzione di prenotazione on line.

Quindi, non parliamo solo di tendenze ma anche di veri e propri trucchi insormontabili per attirare la clientela che, ricordate, ha sempre ragione!

 

5 idee per fidelizzare i vostri clienti

Riuscire a fidelizzare i propri clienti è il modo più semplice per far crescere il vostro albergo o ristorante.

Ottenere una clientela selezionata e fedele permette di raggiungere il successo e aumentare i proventi e, oltretutto, è motivo di grande soddisfazione.

Ma come riuscirci?

mano che apre porta su stanza di hotel

Ecco per voi 5 idee e metodi per far ritornare i vostri clienti:

  1.      Fidelizzare i clienti offrendo qualità del vostro servizio e dei vostri prodotti

Sembra quasi ovvio ma non sempre è così: più impegno metterete nel rendere speciale l’esperienza dei vostri clienti più avrete possibilità di vederli tornare. Ecco che, allora, è fondamentale per un ristorante rendere l’ambiente confortevole e originale, scegliere materie prime di altissima qualità, porre attenzione alla presentazione dei piatti, mentre per un albergo è utile dare grandissima importanza alla pulizia, agli spazi, alla disponibilità assoluta del personale che lavora all’interno. Questo è sicuramente il metodo più efficace per fare in modo che i clienti tornino: rendere la loro cena o il loro soggiorno speciale non vi farà dimenticare tanto presto e state sicuri che per il prossimo momento di relax sceglieranno proprio voi.

  1.      Offrire assistenza continua.

Quante volte ci siamo ritrovati in un ristorante o in un albergo e abbiamo chiesto al personale qualche aiuto o consiglio? E quante volte ci siamo sentiti rispondere sgarbatamente o distrattamente? Così i clienti si perdono, invece, assistendoli costantemente la fedeltà degli stessi sarà assicurata.  Consigliare i ristoranti migliori in zona ai viaggiatori oppure i piatti più buoni del menù del proprio ristorante è un metodo gentile e di grande impatto per ottenere la lealtà della clientela. In montagna, gli albergatori potrebbero suggerire i percorsi più belli, al mare le spiagge più tranquille o, ancora, i ristoratori potrebbero dare una mano nella scelta dei vini, rispondere gentilmente a qualsiasi domanda e guidare i clienti lungo tutta la cena o il pranzo.

  1.      Offrire programmi fedeltà.

Questo è sicuramente un punto fondamentale per agevolare il ritorno dei propri clienti. Sconti, promozioni, coupon, offerta di servizi gratuiti compresi nel prezzo servono a dare un’immagine di sé aperta, accondiscendente e molto attenta alla clientela. Unita al servizio ottimo e alla disponibilità dei proprietari dell’esercizio, la strategia di offrire dei programmi di fedeltà è sicuramente un eccellente modo per far ritornare le persone che certo non si perderanno l’occasione di mangiare o dormire ad un prezzo più vantaggioso, sentendosi allo stesso tempo speciali e coccolati.

  1.      Indirizzare le scelte sui feedback dei clienti

Quello che pensano i clienti è la cosa più importante. Le scelte dei ristoratori e degli albergatori dovrebbero girare intorno proprio ai bisogni e alle necessità della clientela. Per questo ascoltare è sempre la scelta migliore. Qualcosa non va nel vostro servizio? Qualcosa dovrebbe essere migliorato? Accogliere i consigli e cambiare ciò che può essere implementato è la strategia giusta per far sentire importanti i clienti e, soprattutto, per permettere loro di avere così un servizio perfetto per le loro esigenze.

  1.      Utilizzare e aggiornare i social network con costanza

Si sa, ormai, tutti sono sui social network e dovrete esserci anche voi! Non c’è aiuto più utile per creare una clientela fidelizzata attraverso lo sviluppo di una community di lettori e, perché no, commentatori fedeli pronti a interagire con voi offrendo opinioni, consigli e a seguirvi costantemente lungo tutto il corso del vostro lavoro e del vostro impegno quotidiano.

Perciò se ancora non avete una pagina Facebook apritela al più presto, inserite il link nel vostro sito web, insomma, fatevi trovare e lasciate che le persone si avvicinino a voi utilizzando un approccio simpatico e familiare. I clienti si sentiranno a casa e torneranno volentieri nel vostro locale.

 gente al ristorante che pranza

Questi consigli devono essere seguiti alla lettera per ottenere una clientela leale. Non basta, purtroppo, offrire il meglio serve anche un lavoro puntuale e costante di avvicinamento al cliente, bisogna, infatti, trovare la via per farsi apprezzare in maniera indiscussa rendendo unica l’esperienza delle persone che entreranno nel vostro ristorante o albergo.

Come rispondere ad una recensione negativa su TripAdvisor?

Ad oggi, la reputazione on-line di alberghi e ristoranti è un aspetto importantissimo visto che la maggior parte delle prenotazioni arriva dal web. Oltretutto, uno studio condotto da Tripadvisor ha evidenziato che le strutture che ottengono recensioni positive hanno il 20% di possibilità in più di ricevere prenotazioni.

La maggior parte degli utenti, inoltre, prima di decidere di cenare in un ristorante o di scegliere un albergo piuttosto che un altro si affida ad Internet. Proprio per questo l’attenzione dei gestori di locali e hotel deve concentrarsi su quelle recensioni dei clienti insoddisfatti che rischiano davvero di danneggiare le loro strutture: ma come si risponde ad una recensione negativa?

 

ristorante di lusso

 

  1. Tutte le recensioni negative devono avere una risposta tempestiva (non più di 48 ore):
    più tempo attenderete, più quella recensione avrà il suo effetto malevolo sul vostro business. Chi guarderà le vostre recensioni noterà che ignorate i feedback dei vostri clienti, chi, invece, ha lasciato il commento si sentirà inascoltato e rafforzerà la sua idea.
  2. Non fate copia-incolla delle risposte.
    È facile che veniate scoperti e giudicati negativamente.
  3. È necessario che a rispondere sia una persona qualificata, in grado di utilizzare un ottimo italiano e con doti comunicative non indifferenti. Dovrebbe essere proprio il titolare a rispondere garantendo così affidabilità. Ricordatevi, inoltre, di firmarvi sempre con il nome e il ruolo che ricoprite.
  4. Ringraziate, scusatevi e proponete una soluzione.
    Solo così potrete tamponare il momento di crisi: l’educazione prima di tutto e, poi, ricordate, il cliente ha sempre ragione!
  5. Non state sulla difensiva.
    Anche in caso di recensione evidentemente falsa (purtroppo, la concorrenza è spietata!) non offendete e non mancate mai di rispetto, ciò non farebbe che peggiorare la vostra reputazione agli occhi di chi legge. Siate, invece, affabili, amichevoli ed empatici. Cercate di capire cosa non è andato e, soprattutto, ammettete i vostri eventuali errori.
  6. Non negate l’evidenza.
    A tutti può capitare di incorrere in un disservizio, nonostante l’impegno profuso per accontentare i clienti, perciò evitate di far finta che il problema non esista. Dimostrate, invece, la vostra buona volontà e cambiate ciò che non è andato. I clienti spesso aggiungono foto alle loro recensioni: una foto di una camera poco pulita è qualcosa di reale, innegabile ma una foto in risposta della stessa camera completamente sistemata  ha una forza positiva enorme.
  7. Rispondete onestamente. Nel mondo del web, la sincerità viene prima di tutto: non mentite, non accampate scuse insensate ma spiegate le vostre ragioni con schiettezza.
  8. Trasformate la recensione negativa in positiva: dimostrate il vostro costante impegno e la vostra dedizione, lasciate che siano i fatti a parlare. I vostri potenziali clienti non hanno il tempo di leggere tutte le recensioni per cui si concentrano su quelle negative: impegnatevi, perciò, ad offrire risposte risolutive. 

 

albergo lussuoso

 

Queste semplici regole sono fondamentali per riuscire a districarsi tra le recensioni negative dei clienti.

Una risposta perfetta non esiste ma sicuramente questi consigli vi aiuteranno a mantenere un’eccellente reputazione on-line.

Come sfruttare il colore del mare nella tavola del vostro ristorante

Quando arriva l’estate nasce dentro di noi la voglia di lasciarci alle spalle i colori scuri dell’inverno, non adatti certo alle temperature estive.

La trasformazione inizia, soprattutto, dalla tavola: imbandita di piatti freschi e ipocalorici e curata nei minimi dettagli, soprattutto per quanto riguarda i colori.

Perché, quindi, non scegliere per il vostro ristorante delle stoviglie che rispecchino il colore più estivo e rilassante di tutti, il blu del mare?

Una bella tovaglia blu marino sulla quale si stagliano dei magnifici piatti azzurri è la scelta migliore per presentare le vostre deliziose pietanze.

Noi vi consigliamo il piatto in vetro Diamond del colore dell’oceano impreziosito da una lavorazione raffinata oppure il

piatto fondo colorato sempre di una tonalità marina Stonecast, decorato con varie tonalità di blu concentriche.

 

Piatti blu marino Stonecast Diamond Bormili rocco e Churchill

Non dimenticate di scegliere bene i vostri bicchieri, azzurri e capaci di accompagnare in un idillio perfetto le vostre bevande!

Abbiamo pensato per voi al bicchiere in vetro Diamond che, come il piatto dello stesso modello che abbiamo menzionato prima, è molto particolare.

Lavorato finemente, presenta una superficie non liscia ma decisamente ergonomica, è nato per l’acqua ma con un design versatile adatto a qualsiasi tipo di drink!

Se volete azzardare, invece, con tonalità più forti vi consigliamo di optare per i super estivi bicchieri in vetro soffiato Samoa blu e blu ceramic, bicchieri dalla forma scherzosa e dal colore deciso.

Bicchieri blu Samoa Diamond

Queste non sono certo scelte di secondaria importanza: gli oggetti in cucina possono davvero fare la differenza nel rendere appetitosi i cibi e nell’offrire un’esperienza di gusto indimenticabile. Questo vale anche per i vostri clienti che si aspettano qualcosa di irripetibile.

Una mise en place accuratamente studiata in onore dell’estate può lasciare un ricordo di freschezza indelebile nella mente di chi si affiderà a voi per vivere una cena speciale.Quindi, lasciatevi trasportare dalla fantasia e tingete di blu le vostre tavole!